IL CONDOMINIO E IL REGISTRO DEI CONTROLLI ANTINCENDIO

Quando è obbligatorio per legge?

L’utilizzo del registro dei controlli antincendio è obbligatorio per enti e privati che sono responsabili di attività soggette a controlli da parte di vigili del fuoco e non soggetti alla legge 81/2008. L’accertamento di avvenuta manutenzione e dello stato delle apparecchiature deve essere formalizzato nell’apposito registro a cura del responsabile dell’attività.

Nei condomini può riguardare luoghi come gli edifici civili, autorimesse e impianti per la produzione di calore condominiale.

Si comprende anche quanto sia necessario che tutti gli impianti e attrezzature antincendio vengano verificati con interventi di manutenzione programmata mantenendone il buon stato di efficienza.

Nel dettaglio si rimanda a consultare l’art. 6 “ Obblighi connessi con l’esercizio dell’attività” del D.P.R. 151/11 al comma 1 che recita” Gli enti e i privati responsabili di attività di cui all’allegato I del presente regolamento, non soggette alla disciplina del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e successive modificazioni, hanno l’obbligo di mantenere in stato di efficienza i sistemi, i dispositivi, le attrezzature e le altre misure di sicurezza antincendio adottate e di effettuare verifiche di controllo e interventi di manutenzione secondo le cadenze temporali …………………..”     e il comma 2 “ i controlli, le verifiche, gli interventi di manutenzione e l’informazione di cui al comma 1, devono essere annotati in un apposito registro a cura dei responsabili dell’attività. Tale registro deve essere mantenuto aggiornato e reso disponibile ai fini dei controlli di competenza del comando”.

( ……….)